ATTENZIONE!!!

A CAUSA DEL TEMPO RICHIESTO PER POTER EFFETTUARE CORRETTAMENTE LE PROVE DI CERTIFICAZIONE, SI CONSIGLIA AI RICHIEDENTI DI PRESENTARSI IN SEGRETERIA NON PIU' TARDI DELLE ORE 16 NEI GIORNI DI APERTURA POMERIDIANA E NON OLTRE LE ORE 10:30 LA DOMENICA MATTINA

 

Le Sezioni di Tiro a Segno e l'attività istituzionale

La vita di una Sezione di Tiro a Segno è fondamentalmente segnata da due anime: l'anima ludica e sportiva ed l'anima di ente pubblico, legata ai compiti istituzionali che sono riconosciuti in via esclusiva alle Sezioni di TSN dalle leggi statali.
Questa loro seconda veste si configura come autentica attività istituzionale ed in quanto tale le Sezioni sono chiamate a svolgere determinate funzioni.


Spettano infatti alla Sezione di Tiro a Segno:

- l'organizzazione di specifici corsi di idoneità al maneggio delle armi per tutti i soggetti che prestano servizio armato, anche saltuario, presso un qualsiasi ente pubblico (guardie municipali, guardie venatorie, guardaparco, guardie giudiziarie, sorveglianti museali, ecc.) o presso società private (vigilanze armate e notturne, ecc.);


- il rilascio di certificati di idoneità alla detenzione ed al maneggio delle armi, necessari nel caso di nulla osta per acquisto, per successione ereditaria, per donazione, per compravendita di armi sia comuni che da tiro, in mancanza di altro documento abilitatorio (licenza di porto d'armi per difesa personale o, per sole armi sportive, licenza di porto di fucile per tiro a volo).

I soggetti richiedenti tale certificazione sono pregati di presentarsi in Segreteria muniti di:

  • Documento di riconoscimento in corso di validità;
  • Certificato medico legale;
  • Marca da bollo da 16€;
  • 2 foto formato tessera non autenticate.

Per tali abilitazioni è possibile prenotarsi al seguente LINK

 

  • Costo certificazione per tiro a volo e caccia € 135 (marca da bollo esclusa)
  • Costo certificazione per difesa personale e guardie giurate € 130 (marca da bollo esclusa)

 

 

Per informazioni riguardanti le principali richieste relative alle armi (porti d'arma, licenze, denunce, documentazione da presentare ecc...) vi rimandiamo al sito della Polizia di Stato.


FONTI NORMATIVE
R.D.    18 giugno 1931 n.773     (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza)
R.D.     6 maggio 1940 n.635     (Regolamento per l'esecuzione del T.U.L.P.S.)
Legge 18 giugno 1969 n.323     (Rilascio del porto d'armi per l'esercizio dello sport del tiro a volo)
Legge 18 aprile 1975 n.110       (Norme integrative della disciplina vigente per il controllo delle armi, delle munizioni e degli esplosivi)
Legge 28 maggio 1981 n.286    (sull'obbligo di corsi di tiro annuali per coloro che prestano servizio armato presso enti pubblici o privati)
D.M.  14 aprile 1982                (Regolamento per la disciplina delle armi antiche, artistiche o rare di importanza storica)
Legge 25 marzo 1986 n.85     (Norme in materia di armi per uso sportivo)
Legge 11 febbraio 1992 n.157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio)
Circ.Min. 14 febbraio 1998    (Trasporto di armi comuni da sparo)
D.M.   28 aprile 1998              (Requisiti psicofisici minimi per il rilascio ed il rinnovo dell'autorizzazione al porto di fucile per uso di caccia e al porto d'armi per uso difesa personale)
Legge 21 dicembre 1999 n.526 (Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità Europee - legge comunitaria 1999)